giovedì 23 luglio 2009

Kawai Kanyu Drops


Gironzolavo tra gli scaffali di un drugstore sperando di trovare qualche offerta (operazione riuscita!:D) e mi sono ritrovata davanti a una torretta di quelle che fanno per evidenziare i prodotti con lo sconto. La cosa inquietante però è che sulle confezioni di questa caramella-integratore-medicinale-multivitaminico c'era stampata la facciona in primo piano di un bambino.
Quello che mi è sembrato strano è che prima d'ora non l'avevo mai notato! Eppure è abbastanza appariscente. I colori sono molto forti e abbinati in contrasto, la scatola è di latta e nemmeno tanto piccola. All'inizio pensavo fossero semplici caramelle, poi però mi è venuto il sospetto che fossero integrate con qualcosa (impossibile che in Giappone ti vendano qualcosa senza l'aggiunta di qualcos'altro :p), soprattutto per il prezzo, non propriamente economico.
E infatti. Sono andata a vedere sul sito della Kawai, la Casa produttrice e c'è scritto che quelle con la confezione gialla e il coperchio blu, dalla forma ovale, e con una finestra rossa esagonale con scritto "カワイ肝油ドロップS", ovvero Kawai Kanyu Doroppu S, contiene caramelle con vitamina D2 e A. Da notare che questo è il prodotto di punta dell'azienda. Poi c'era il barattolo cilindrico di un bel verde acceso le cui caramelle contengono, oltre D e A, anche la vitamina C.
Infine, scovato nello scaffale normale perchè nella piramide pubblicitaria non c'era, la versione per le mamme, immagino, visto che al posto del faccione del bambino c'era la faccia di una donna. La forma della confezione è ovale come quella gialla, ma è arancione con il coperchio bianco. Queste caramelle contengono le vitamine C e E e sul sito leggo che non sono consigliate ai minori di 5 anni, al contrario delle altre due, i cui dosaggi iniziano da 1 anno.

A parte le caramelle "per le mamme", le altre sono tutte a base di olio di fegato di merluzzo. Ed è proprio per questo che sono famose! Il sito dice che il Signor Kawai, dottore di farmacologia, pensava che l'olio di fegato di merluzzo fosse un ottimo integratore, ma non sopportava il sapore, ovviamente. Quindi, nel 1911, s'è inventato ste caramelle al sapore di frutta. In realtà il sito parla di jelly, ma dato il costo di un barattolo non sarò certo io a verificarne la natura!
Senza contare che comunque sono considerate medicine.

Mi rimane un dubbio: il faccione del bambino è veramente simile a quello del borotalco Siccarol della Wakodo (penultimo prodotto), ma ancora di più lo è a una delle versioni più famose, quella del '65, che pubblico qui di seguito. Purtroppo non riesco a risalire alla data dell'uscita della canfezione con faccione delle Kawai Kanyu Drops e non posso fare il confronto.

8 commenti:

l'onorevole carpa ha detto...

Ahahahah
certo che i nostri amici giapponesi non si fanno mancare nulla.....
dopo aver assaggiato le caramelle al ramen niente mi stupisce più ahahahah.
T'ho aggiunto tra i siti amici :D

Bear ha detto...

Grazie!!:D
Adesso ti aggiungo anch'io! ;)
Ciaoo

Viviana ha detto...

ma ciao :)) certo che mi fa piacere!! :)
interessantissim il tuo blog per una come me appassionata di cibo e giapponeserie varie :) che vuol dire nikku-nekku???
baciii

Gabbri ha detto...

Una domanda sorge spontanea: ma alla fine queste caramelle le hai mangiate o no?

Bear ha detto...

Ma se ho scritto di no!XD ah ah ah...costavano troppo.

Gabbri ha detto...

hai ragione! cmq è la prima volta che non mangi qualkosa che hai fotografato! Stai perdendo colpi!

anto ha detto...

Anch'io mi domandavo se le avessi comprate e mangiate...

Bear ha detto...

Anto!!! Ma insomma, ti fai viva solo per dare ragione a Gabbri???è_é